Risotto con pesce spada, marmellata di arance e bacche di mirto

Qui, nel Sarrabus, Marzo è il mese delle arance.
Una delle feste più sentite è difatti la Sagra delle arance di Muravera: un intero paese riunito in festa per celebrare l’abbondanza di questo frutto e le sue infinite lavorazioni e proprietà.
Ci piace quindi dedicare la nostra ricetta del mese, alle arance. E poichè ci piace anche sperimentare, abbiamo deciso di realizzare un primo piatto dagli accostamenti primaverili.
Il risotto con pesce spada, marmellata di arance e bacche di mirto, dal profumo e sapore aromatico e inconfondibile, ci ha conquistato.

Ecco qui la lista della spesa e la ricetta:
– 360 g di riso carnaroli
– 150 g di pesce spada
– mezza cipolla bianca
– 20 cl di olio extravergine d’oliva
– marmellata Mandaran
– rametti di timo
– 1,5 l di brodo vegetale – con carota, sedano, cipolla, alloro, bacche di mirto
– 1 noce di burro chiarificato
– mezzo bicchiere di vernaccia

Preparazione:
Per prima cosa preparate il brodo: sedano, carota e cipolla, qualche foglia di alloro, qualche bacca essicata di mirto, a bollire per 30 minuti.
Tritate la cipolla e fatela appassire in una pentola dal fondo spesso con un filo d’olio extravergine d’oliva.
Aggiungete il pesce spada tagliato a cubetti e lasciate rosolare a fiamma vivace per qualche minuto, insieme ai rametti di timo.
Unite ora il riso, precedentemente lavato e fatelo tostare. Sfumate con la vernaccia ed abbassate la fiamma.
Cuocete il riso (per circa 16min) a fiamma bassa mescolando spesso e aggiungendo un mestolo di brodo fino a cottura del riso.
Quando il riso è cotto, spegnere la fiamma, aggiungere una noce di burro e mantecate il tutto.
Impiattate ora con un coppapasta.
Prendete un cucchiaino di marmellata Mandaran e dividetelo in piccole puntine sul risotto impiattato.
Aggiungete, se volete, una spolverata di bottarga.
Pronto in tavola e buon appetito.

Preparate il vostro piatto e taggateci nella foto con #LeRicettediBresca