L’Azienda

“Siamo api e miele, mirto e agrumi, lentisco e rosmarino, siamo vento di maestrale e caldo di scirocco, siamo accattivante bellezza estiva e solitario romanticismo d’autunno, siamo Paolo, Enrico, siamo la nostra famiglia, siamo la nostra terra: la Sardegna”.

Bresca Dorada restituisce il riflesso sincero di chi l’ha fondata e la gestisce da trent’anni. L’azienda è nata nel 1986 e da allora è sempre cresciuta nel pieno rispetto del territorio, della tradizione gastronomica, dell’etica isolana, nel tentativo di portare nelle tavole uno spirito sardo autentico, saporito, genuino, con il sorriso in bocca.

Produzioni

Nel 1990 nasce l’idea di mettere in bottiglia il liquore di mirto, il più apprezzato fra i liquori sardi, ma l’inizio della storia “Bresca Dorada” è diverso, ha profumo di fiori e sapore di miele. Paolo Melis e Enrico Diana hanno alle spalle famiglie di apicoltori e proprio sul miele si fonda la fortuna dell’azienda.

I 7 ettari profumati di macchia mediterranea che diventeranno poi azienda virtuosa e amatissima, sembrano fin da subito un’oasi, un paradiso profumato di essenze sorprendenti: piace alle api, piace a Paolo ed Enrico.
I terreni sono acquistati, abitati, amati. Per anni vi si produce dell’ottimo miele. Solo tempo più tardi il miele si mescola con il mirto e il prodotto che nasce è eccezionale, unico nel suo genere, balsamico, fragrante, cremoso, insomma è il Mirto Rosso di Sardegna firmato Bresca Dorada.

Da allora l’azienda non si è mai stancata di sperimentare e di investire su se stessa. Il ventaglio di liquori prodotti è sorprendente: Mirto Rosso, Mirto Verde, Mirto Amaro, Arangiu, Limoncino, Figu Morisca, Matafalùa, Fil’e Ferru, ma anche miele, marmellate, confetture e composte di frutta, sali aromatizzati, crema di fichi d’India, Cotognette, succo d’arancia e bacche di mirto.
Tutto con un attento rispetto per le produzioni biologiche e con grande riguardo per il territorio che ospita l’azienda.

Il Biologico

Per chi ama la terra nella quale vive e lavora il biologico è un passaggio necessario, difficile e faticoso, ma indispensabile. E Bresca Dorada ama e rispetta il territorio che la ospita.

Per questo, nel 2012, dopo un anno di conversione dei terreni aziendali, è stata iscritta al biologico dall’organismo di controllo “Suolo e Salute” con certificazione di trasformatore bio per la produzione di marmellate, confetture e liquori.

L’idea era semplice: portare avanti uno sviluppo sostenibile, che valorizzasse le materie prime e il lavoro locale ma che non sprecasse inutilmente risorse ambientali. Si è puntato soprattutto sul mantenimento di un basso impatto sull’ambiente che ha portato l’azienda a sfruttare quasi interamente energia proveniente da fonti rinnovabili.